Scarica dallo store del tuo smartphone un'App per visualizzare le tracce GPX.

Alcune App, come Komoot e Wikiloc, mettono a disposizione la funzione di navigatore della traccia (a pagamento).
Fai il download della traccia GPX
dell'itinerario che vuoi percorrere.
Carica sull'App la traccia* e segui il percorso, facendo sempre riferimento ai segnavia del CAI.
Prima di partire controlla sempre il meteo!
* le tracce GPX sono sviluppate a livello amatoriale e non sono testate.
chiudi info
chiudi info
close
ATTENZIONE: il trekking non è una passeggiata! Se non sei in grado di superare un passaggio, torna indietro!
Alcuni degli itinerari qui raccontati si svolgono in parte lungo sentieri di montagna dove sono presenti tratti attrezzati con infissi (funi corrimano e brevi scale) e tratti esposti senza protezioni di sicurezza. Questi possono diventare un serio pericolo se non affrontati con la giusta attrezzatura, consapevolezza e forma fisica.
ITINERARIUM® non ha alcuna responsabilità rispetto ai percorsi qui riportati, alla loro percorribilità, praticabilità e sicurezza. Chi percorre questi itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.

Da Fondovalle alla colonia di walser di Salecchio e il lago Antillone

ANTILLONE - ALPE VOVA - CASE FRANCOLI - SALECCHIO SUPERIORE

Val D'Ossola - Valle Antigorio

share pinterest share copy share https://www.itinerarium.it/escursioni/141/da-fondovalle-alla-colonia-walser-di-salecchio
Link copiato negli appunti!
apri info
icona lunghezza Lunghezza:
15 Km
icona tempo Nostro tempo:
5h30' a piedi
icona dislivello totale Ascesa totale:
750 mt
icona dislivello Quote min e max:
1175 mt - 1555 mt
icona percorso andata e ritorno Tipo di percorso:
andata e ritorno
icona superficie Fondo:
mulattiera - sentiero
icona panorama Panorama prevalente:
colonia walser - lago alpino
icona copertura Copertura telefonica:
ottima
icona inverno Tracciato in inverno:
no
icona bicicletta Tracciato in bici:
no

 “…all’ultima curva si diparte presso una cappelletta il sentiero per Antillone (o Altillone), Boneiga (in lingua walser), che s’adagia all’ombra d’un santuarietto dedicato alla Visitazione di Maria su un breve pianoro glaciale, dove sonnecchiano al fondo d’un avvallamento le acque opache d’un laghetto, che prima dei lavori idroelettrici era terso e azzurro come gli occhi delle ragazze di Formazza e cullava sul suo specchio molli fiori di ninfee oggi scomparse” (Dal libro “i walser” di Renzo Mortarotti).
È proprio questo il panorama dal quale ha inizio l’itinerario che ripercorre le tracce del popolo walser. Lungo questo sentiero, immerso al fresco di un maestoso bosco, i salecchiesi mantenevano stretti legami con la colonia walser di Formazza. Ad Antillone, inoltre, sia i walser di Salecchio sia i walser di Agaro, erano soliti andare in processione verso la chiesetta per invocare il tempo propizio alle coltivazioni. La leggenda giunta fino a noi narra che la chiesetta dedicata alla Visitazione di Maria fu fatta costruire in seguito ad un miracolo: la zia di Elisabetta guarì subito dopo che ella vide apparire la Madonna tra le acque del lago di Antillone e proprio lì, Elisabetta,  fece piantare un croce e dal quel momento tutto il lago sbocciarono magnifiche ninfee dai fiori bianchi.
Il sentiero si muove a mezzacosta seguendo l’andamento sinuoso del versante montano fino a intersecare la strada jeppabile che da Chioso di Premia sale all’Alpe Vova, passando per i piccoli nuclei di Sant’Antonio con il suo oratorio e Torp. L’itinerario prosegue verso Case Francoli con la sua fornace di calce e raggiunge il fiorito abitato di Salecchio Superiore.


go to map
vai alla mappa
Lo shop di ITINERARIUM
Con i tuoi acquisti sostieni il progetto di ITINERARIUM, che continuerà a raccontare il nostro territorio, le sue bellezze, la sua storia e le sue curiosità, mettendo sempre liberamente a disposizione tutte le informazioni!
STRUTTURE
nella zona
Zoom sull'itinerario zoom track
navigation
PORTAMI ALLA
PARTENZA (parcheggio)