Scarica dallo store del tuo smartphone un'App per visualizzare le tracce GPX.

Alcune App, come Komoot e Wikiloc, mettono a disposizione la funzione di navigatore della traccia (a pagamento).
Fai il download della traccia GPX
dell'itinerario che vuoi percorrere.
Carica sull'App la traccia* e segui il percorso, facendo sempre riferimento ai segnavia del CAI.
Prima di partire controlla sempre il meteo!
* le tracce GPX sono sviluppate a livello amatoriale e non sono testate.
chiudi info
chiudi info
close
ATTENZIONE: il trekking non è una passeggiata! Se non sei in grado di superare un passaggio, torna indietro!
Alcuni degli itinerari qui raccontati si svolgono in parte lungo sentieri di montagna dove sono presenti tratti attrezzati con infissi (funi corrimano e brevi scale) e tratti esposti senza protezioni di sicurezza. Questi possono diventare un serio pericolo se non affrontati con la giusta attrezzatura, consapevolezza e forma fisica.
ITINERARIUM® non ha alcuna responsabilità rispetto ai percorsi qui riportati, alla loro percorribilità, praticabilità e sicurezza. Chi percorre questi itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.

Escursione alla Costa del Dosso e i fortini militari all'Alpe Paione

VISTA PANORAMICA SUI LAGHI DEL PAIONE, IL CONFINE CON LA SVIZZERA E LA VAL BOGNANCO

Val Bognanco - Val D'Ossola

share pinterest share copy share https://www.itinerarium.it/escursioni/143/la-costa-del-dosso-e-i-fortini-militari
Link copiato negli appunti!
apri info
icona lunghezza Lunghezza:
8.5 Km
icona tempo Nostro tempo:
4h30' a piedi
icona dislivello totale Ascesa totale:
900 mt
icona dislivello Quote min e max:
1600 mt - 2490 mt
icona percorso andata e ritorno Tipo di percorso:
andata e ritorno
icona superficie Fondo:
icona panorama Panorama prevalente:
icona copertura Copertura telefonica:
parziale
icona inverno percorso in inverno:
no
icona bicicletta percorso in bici:
no

L’itinerario ha inizio dall’oratorio di San Bernardo e si immette nella pineta che porta al Rio Rasiga. Da qui il sentiero si inerpica nel bosco fino ad arrivare all’Alpe Paione dove, poco più in alto, a cavallo di una formazione morenica, si trovano una serie di fortini militari sormontati da un “posto di comando”. I Fortini vennero realizzati per l’addestramento degli Alpini del Battaglione di Intra nel periodo intercorso tra le due guerre mondiali.
Il gruppo di fortini è stato restaurato nel 2021 dagli Alpini del Gruppo Protezione Civile di Domodossola e del Gruppo di Bognanco.
L’itinerario prosegue sulla pietraia e poi sul versante erboso, dove non vi è più a terra la traccia del sentiero, ma solo sporadici omini di pietra segnavia fino alla vetta della Costa del Dosso, che resta ben visibile lungo tutto il percorso, in quanto segnalata da un grande omino di pietra. L’ultimo tratto per raggiungere la vetta è caratterizzato da grandi rocce che, se bagnate, potrebbero risultare scivolose.
Lungo tutta la salita si gode di un panorama unico sull’Alta Val Bognanco ed è possibile ammirare, a destra, i tre laghi del Paione, a sinistra il Lago di Agro e, più in lontananza, il lago di Monscera.
Il percorso di rientro prevede di raggiungere l’Alpe Arza e riscendere verso il Rifugio il Dosso dove ha inizio il sentiero nel bosco (o in alternativa la strada).


Sei un PRODUTTORE LOCALE,
NOLEGGI ATTREZZATURE
o hai una STRUTTURA RICETTIVA?
Fai sapere agli escursionisti dove ti trovi e cosa fai!
Inviaci i tuoi dati e la tua posizione, inseriremo la tua attività su questo itinerario!
CONTATTACI
info@itinerarium.it
Zoom sull'itinerario zoom track
navigation
PORTAMI ALLA
PARTENZA (parcheggio)