Scarica dallo store del tuo smartphone un'App per visualizzare le tracce GPX.

Alcune App, come Komoot e Wikiloc, mettono a disposizione la funzione di navigatore della traccia (a pagamento).
Fai il download della traccia GPX
dell'itinerario che vuoi percorrere.
Carica sull'App la traccia* e segui il percorso, facendo sempre riferimento ai segnavia del CAI.
Prima di partire controlla sempre il meteo!
* le tracce GPX sono sviluppate a livello amatoriale e non sono testate.
chiudi info
chiudi info
close
ATTENZIONE: il trekking non è una passeggiata! Se non sei in grado di superare un passaggio, torna indietro!
Alcuni degli itinerari qui raccontati si svolgono in parte lungo sentieri di montagna dove sono presenti tratti attrezzati con infissi (funi corrimano e brevi scale) e tratti esposti senza protezioni di sicurezza. Questi possono diventare un serio pericolo se non affrontati con la giusta attrezzatura, consapevolezza e forma fisica.
ITINERARIUM® non ha alcuna responsabilità rispetto ai percorsi qui riportati, alla loro percorribilità, praticabilità e sicurezza. Chi percorre questi itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.

Escursione a Villa Aprilia e il Lago Baranca all'Alpe Selle

DA ALPE BOCCHETTO DI BANNIO ANZINO AL COLLE DI BARANCA

Val D'Ossola - Valle Anzasca

share pinterest share copy share https://www.itinerarium.it/escursioni/161/villa-aprilia-e-il-lago-baranca
Link copiato negli appunti!
apri info
icona lunghezza Lunghezza:
12 Km
icona tempo Nostro tempo:
5h30' a piedi
icona dislivello totale Ascesa totale:
900 mt
icona dislivello Quote min e max:
1025 mt - 1905 mt
icona percorso anello Tipo di percorso:
anello
icona superficie Fondo:
sentiero
icona panorama Panorama prevalente:
boschi - alpeggi - edificio storico
icona copertura Copertura telefonica:
scarsa
icona inverno Tracciato in inverno:
icona bicicletta Tracciato in bici:
no

L’itinerario ha inizio dall’Alpe Bocchetto di Bannio Anzino e costeggia il torrente Olocchia per poi risalire il versante della Valle Baranca tra i caratteristici alpeggi di la Rusa e Alpe Oreto, fino ad arrivare al Colle di Baranca e all’Alpe Selle.
In questa verdeggiante conca, alla quale fanno da sfondo le alte cime della Valsesia, si trovano il Lago di Baranca e l’antica mulattiera che porta a Santa Maria di Fobello.

Anche il colle di Baranca, come molti altri luoghi sulle montagne Ossolane, è intrinsecamente ricco di storia. Questi luoghi, oltre al duro lavoro dei pastori, hanno vissuto anche lo splendore dei primi anni del ‘900, quando questa natura incontaminata diventava luogo di villeggiatura della borghesia torinese. Tra tutte le costruzioni spiccano per singolarità le rovine di Villa Aprilia. L’architetto borgosesiano Costantino Gilodi, famoso per essere uno dei più rappresentativi esponenti valsesiani della Belle Époque, costruì qui la sua villa nel 1908. In seguito alla sua morte, la villa venne acquistata dalla famiglia Lancia, che la ribattezzò “Aprilia” come il famoso modello d’auto della loro casa automobilistica.
Durante la Seconda guerra mondiale il Colle di Baranca, una delle principali vie di fuga verso la Svizzera, divenne lo scenario di un combattimento tra le formazioni partigiane e le milizie fasciste che in quella occasione incendiarono Villa Aprilia, che da allora giace abbandonata.
Il percorso prosegue poi verso gli alpeggi della Valle Olocchia, attraversando Ancium, Alpe Curtet, Alpe Cangelli e Solivo.


Sei un PRODUTTORE LOCALE,
NOLEGGI ATTREZZATURE
o hai una STRUTTURA RICETTIVA?
Fai sapere agli escursionisti dove ti trovi e cosa fai!
Inviaci i tuoi dati e la tua posizione, inseriremo la tua attività su questo itinerario!
CONTATTACI
info@itinerarium.it
Zoom sull'itinerario zoom track
navigation
PORTAMI ALLA
PARTENZA (parcheggio)