Scarica dallo store del tuo smartphone un'App per visualizzare le tracce GPX.

Alcune App, come Komoot e Wikiloc, mettono a disposizione la funzione di navigatore della traccia (a pagamento).
Fai il download della traccia GPX
dell'itinerario che vuoi percorrere.
Carica sull'App la traccia* e segui il percorso, facendo sempre riferimento ai segnavia del CAI.
Prima di partire controlla sempre il meteo!
* le tracce GPX sono sviluppate a livello amatoriale e non sono testate.
chiudi info
chiudi info
close
ATTENZIONE: il trekking non è una passeggiata! Se non sei in grado di superare un passaggio, torna indietro!
Alcuni degli itinerari qui raccontati si svolgono in parte lungo sentieri di montagna dove sono presenti tratti attrezzati con infissi (funi corrimano e brevi scale) e tratti esposti senza protezioni di sicurezza. Questi possono diventare un serio pericolo se non affrontati con la giusta attrezzatura, consapevolezza e forma fisica.
ITINERARIUM® non ha alcuna responsabilità rispetto ai percorsi qui riportati, alla loro percorribilità, praticabilità e sicurezza. Chi percorre questi itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.

Escursione alle Tre Cime di Lavaredo

Rifugio Auronzo - Rifugio Lavaredo - Rifugio Pian di Cengia - Rifugio Locatelli

Trentino Alto Adige - Veneto

share pinterest share copy share https://www.itinerarium.it/escursioni/136/le-tre-cime-di-lavaredo
Link copiato negli appunti!
apri info
icona lunghezza Lunghezza:
15 Km
icona tempo Nostro tempo:
5h a piedi
icona dislivello totale Ascesa totale:
1060 mt
icona dislivello Quote min e max:
2170mt - 2556 mt
icona percorso anello Tipo di percorso:
anello
icona superficie Fondo:
sentiero - gippabile
icona panorama Panorama prevalente:
montagne - laghi
icona copertura Copertura telefonica:
parziale
icona inverno percorso in inverno:
no
icona bicicletta percorso in bici:
no

L’itinerario parte dal rifugio Auronzo la cui costruzione iniziò nel 1912 e terminò soltanto nel 1925, col nome di Rifugio Principe Umberto. In seguito ad un incendio fu poi restaurato e ampliato e gli venne dato l’attuale nome. Dal rifugio si può godere immediatamente di un meraviglioso panorama sulle Tre Cime di Lavaredo, sulla Croda dei Toni e sul lago di Misurina.

Da qui parte la gippabile che, tra le bianche rocce dolomitiche, raggiunge il rifugio Lavaredo, costruito nel 1954. 

L’itinerario prosegue da qui tra dolci sali e scendi fino al lago di Cengia, da cui si sale rapidamente al rifugio Pian di Cengia. Questo rifugio, inaugurato nel 1965, è il più alto delle Dolomiti di Sesto. Il tratto di sentiero che lo raggiunge ha visto duri scontri tra i reparti Alpini e Austro-Ungarici durante la Prima Guerra Mondiale, di cui ancora oggi restano alcune testimonianze di installazioni militari.

Il percorso prosegue poi costeggiando i Laghi Dei Piani dove si può ammirare il versante nord delle Tre Cime di Lavaredo, raggiungendo il rifugio Locatelli, la cui costruzione iniziò nel 1882 per volere di Karl Stemberger. In pochi mesi il rifugio venne ultimato, con una sezione alla base di 4 x 8 metri. In seguito alla distruzione con una granata durante la Prima Guerra Mondiale, il rifugio venne ricostruito nel 1922 e infine ampliato nel 1935.

L’itinerario si conclude passando dalla splendida malga Lang Alm presso il Col Forcellina, per poi attraversare il Col di Mezzo e infine rientrare al rifugio Auronzo.


Sei un PRODUTTORE LOCALE,
NOLEGGI ATTREZZATURE
o hai una STRUTTURA RICETTIVA?
Fai sapere agli escursionisti dove ti trovi e cosa fai!
Inviaci i tuoi dati e la tua posizione, inseriremo la tua attività su questo itinerario!
CONTATTACI
info@itinerarium.it
Zoom sull'itinerario zoom track
navigation
PORTAMI ALLA
PARTENZA (parcheggio)