Scarica dallo store del tuo smartphone un'App per visualizzare le tracce GPX.

Alcune App, come Komoot e Wikiloc, mettono a disposizione la funzione di navigatore della traccia (a pagamento).
Fai il download della traccia GPX
dell'itinerario che vuoi percorrere.
Carica sull'App la traccia* e segui il percorso, facendo sempre riferimento ai segnavia del CAI.
Prima di partire controlla sempre il meteo!
* le tracce GPX sono sviluppate a livello amatoriale e non sono testate.
chiudi info
chiudi info
close
ATTENZIONE: il trekking non è una passeggiata! Se non sei in grado di superare un passaggio, torna indietro!
Alcuni degli itinerari qui raccontati si svolgono in parte lungo sentieri di montagna dove sono presenti tratti attrezzati con infissi (funi corrimano e brevi scale) e tratti esposti senza protezioni di sicurezza. Questi possono diventare un serio pericolo se non affrontati con la giusta attrezzatura, consapevolezza e forma fisica.
ITINERARIUM non ha alcuna responsabilità rispetto ai percorsi qui riportati, alla loro percorribilità, praticabilità e sicurezza. Chi percorre questi itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.

Escursione ai Laghi del Paione

SAN BERNARDO - ALPE PAIONE

Val Bognanco - Val D'Ossola

share pinterest share copy share https://www.itinerarium.it/escursioni/26/laghi-del-paione
Link copiato negli appunti!
apri info
icona lunghezza Lunghezza:
9 Km
icona tempo Nostro tempo:
4h30' a piedi
icona dislivello totale Ascesa totale:
780 mt
icona dislivello Quote min e max:
1600 mt - 2270 mt
icona percorso andata e ritorno Tipo di percorso:
andata e ritorno
icona superficie Fondo:
jeeppabile - sentiero - pietraia
icona panorama Panorama prevalente:
laghi - montagne
icona copertura Copertura telefonica:
parziale
icona inverno percorso in inverno:
no
icona bicicletta percorso in bici:
no

I tre laghi del Paione sono posti a livelli differenti e le acque del lago superiore alimentano il lago di mezzo e così in successione, fino a quello inferiore. Dal lago inferiore l’acqua defluisce attraverso un torrente fino a confluire nel fiume Bogna, che dà il nome alla Val Bognanco.

La Val Bognanco trae la sua ricchezza proprio dall’acqua, in particolare della tre sorgenti che ancora oggi alimentano lo stabilimento termale e la fabbrica di imbottigliamento dell’acqua minerale, la cui storia ha inizio nei primi anni del 1900. La ditta dell’acqua di Bognanco fu presentata ufficialmente all’Esposizione Universale di Milano del 1906. Un documentario degli anni ’30 ci racconta di una tipica giornata alle terme, con una folla di frequentatori, e ci mostra poi il processo di imbottigliamento dell’acqua minerale (il documentario è visibile sul sito dell’Archivio Storico Istituto Luce).


navigation
PORTAMI ALLA
PARTENZA (parcheggio)