Scarica dallo store del tuo smartphone un'App per visualizzare le tracce GPX.

Alcune App, come Komoot e Wikiloc, mettono a disposizione la funzione di navigatore della traccia (a pagamento).
Fai il download della traccia GPX
dell'itinerario che vuoi percorrere.
Carica sull'App la traccia* e segui il percorso, facendo sempre riferimento ai segnavia del CAI.
Prima di partire controlla sempre il meteo!
* le tracce GPX sono sviluppate a livello amatoriale e non sono testate.
chiudi info
chiudi info
close
ATTENZIONE: il trekking non è una passeggiata! Se non sei in grado di superare un passaggio, torna indietro!
Alcuni degli itinerari qui raccontati si svolgono in parte lungo sentieri di montagna dove sono presenti tratti attrezzati con infissi (funi corrimano e brevi scale) e tratti esposti senza protezioni di sicurezza. Questi possono diventare un serio pericolo se non affrontati con la giusta attrezzatura, consapevolezza e forma fisica.
ITINERARIUM® non ha alcuna responsabilità rispetto ai percorsi qui riportati, alla loro percorribilità, praticabilità e sicurezza. Chi percorre questi itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.

Escursione a Coipo e Alagua da Altoggio di Montecrestese

TRA GLI ALPEGGI PANORAMICI, LA VIA CRUCIS E LA CHIESA DI SAN LUCA

Val D'Ossola - Valle Isorno/Valle Agarina

share pinterest share copy share https://www.itinerarium.it/escursioni/159/coipo-e-alagua-da-altoggio-di-montecrestese
Link copiato negli appunti!
apri info
icona lunghezza Lunghezza:
13 Km
icona tempo Nostro tempo:
4h45' a piedi
icona dislivello totale Ascesa totale:
910 mt
icona dislivello Quote min e max:
515 mt - 1425 mt
icona percorso anello Tipo di percorso:
anello
icona superficie Fondo:
mulattiera - sentiero - asfalto
icona panorama Panorama prevalente:
alpeggi - montagne
icona copertura Copertura telefonica:
scarsa
icona inverno Tracciato in inverno:
icona bicicletta Tracciato in bici:
no

Lungo il crinale che da Montecrestese sale agli alpeggi di Coipo si trovano le cappellette della via Crucis e il Santuario della Madonna di San Luca, segni del grande fenomeno migratorio che ha interessato l’Ossola a partire dal 1400. Gli Ossolani emigravano nelle grandi città in cerca di un lavoro più redditizio e una volta tornati al loro paese portavano con sé alcune delle usanze delle comunità che li avevano ospitati. Per questo motivo una delle cappelle che si incontrano lungo questo itinerario è detta la Cappella dei Genovesi, mentre invece il Santuario vuole ricalcare la devozione dei Bolognesi verso San Luca.

Questo versante completamente esposto al sole, un tempo era tenuto a pascolo, oggi invece è un fresco bosco di alberi dal fusto bianco, tra cui la betulla e il pioppo tremulo. Da questo lato l’acqua scarseggia, tanto che nei secoli scorsi sono stati realizzati dei canali in grado di convogliare l’acqua verso il sottostante paese di Altoggio. Sul versante a nord si trovano invece numerose fontane e antiche paludi che spiegano il toponimo del luogo detto appunto Agua o anche Alagua.

L’itinerario ha inizio da Altoggio e attraversa alcune delle frazioni alte di Montecrestese, come Nava e Veglio, con il Castello dei Picchi, appartenente al sistema di segnalazione e difesa dell’Ossola. Il sentiero sale poi sul versante tra piccoli alpeggi e boschi passando da Alagua e Coipo. Lungo tutta l’escursione si gode di un incredibile panorama sulla piana del Toce e l’Ossola.


Sei un PRODUTTORE LOCALE,
NOLEGGI ATTREZZATURE
o hai una STRUTTURA RICETTIVA?
Fai sapere agli escursionisti dove ti trovi e cosa fai!
Inviaci i tuoi dati e la tua posizione, inseriremo la tua attività su questo itinerario!
CONTATTACI
info@itinerarium.it
Zoom sull'itinerario zoom track
navigation
PORTAMI ALLA
PARTENZA (parcheggio)