close
Scarica dallo store del tuo smartphone un'App per visualizzare le tracce GPX.

Alcune App, come Komoot e Wikiloc, mettono a disposizione la funzione di navigatore della traccia (a pagamento).
Fai il download della traccia GPX
dell'itinerario che vuoi percorrere.
Carica sull'App la traccia* e segui il percorso, facendo sempre riferimento ai segnavia del CAI.
Prima di partire controlla sempre il meteo!
* le tracce GPX sono sviluppate a livello amatoriale e non sono testate.
chiudi info
chiudi info
close
ATTENZIONE: il trekking non è una passeggiata! Se non sei in grado di superare un passaggio, torna indietro!
Alcuni degli itinerari qui raccontati si svolgono in parte lungo sentieri di montagna dove sono presenti tratti attrezzati con infissi (funi corrimano e brevi scale) e tratti esposti senza protezioni di sicurezza. Questi possono diventare un serio pericolo se non affrontati con la giusta attrezzatura, consapevolezza e forma fisica.
ITINERARIUM non ha alcuna responsabilità rispetto ai percorsi qui riportati, alla loro percorribilità, praticabilità e sicurezza. Chi percorre questi itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.

Escursione all'Alpe Cicerwald e Alpe Tore

DA BORCA A ISELLA LUNGO IL TORRENTE ANZA

Val D'Ossola - Valle Anzasca

share pinterest share copy share https://www.itinerarium.it/escursioni/82/alpe-cicerwald-e-alpe-tore
Link copiato negli appunti!
apri info
icona lunghezza Lunghezza:
7 Km
icona tempo Nostro tempo:
4h15' a piedi
icona dislivello totale Ascesa totale:
800 mt
icona dislivello Quote min e max:
1185 mt - 1930 mt
icona percorso anello Tipo di percorso:
anello
icona superficie Fondo:
sentiero
icona panorama Panorama prevalente:
lago - montagne
icona copertura Copertura telefonica:
parziale
icona inverno percorso in inverno:
no
icona bicicletta percorso in bici:
no

L’escursione ha inizio dall’abitato di Borca e si snoda alla scoperta di antichi alpeggi che regalano un’impagabile vista sul Monte Rosa.
Dopo aver percorso un breve tratto della Grande Traversata delle Alpi che conduce all’abitato di Isella, si attraversa il fiume Anza per addentrarsi nel fitto bosco, dove un ripido sentiero conduce all’alpe Cicerwald (chiamata anche monte Cravario dalle popolazioni Walser). Qui, in corrispondenza di un piccolo casotto in cemento, che mal si sposa con la tipica architettura di montagna, inizia il sentiero poco segnalato, che conduce all’alpe Tore.
Il paesaggio a 360° mostra in successione la Valle Anzasca col suo torrente, il lago delle Fate e la Val Quarazza, le alte vette che celano il ghiacciaio del Belvedere, la maestosa parete est del Monte Rosa ed infine la vetta Battel.
Proprio dall’alpe Tore è possibile raggiungere gli alpeggi Battel, lungo l’antico sentiero che era percorso dai pastori fino al secolo scorso. Da qui però la traccia è poco visibile e per proseguire è necessario prestare molta attenzione per individuare i pochi segnavia presenti.
Riscendendo verso Borca il sentiero porta alla Cappella della Madonna Addolorata, costruita nel 1681 tra i pini dell’alpe Cicerwald. Secondo la leggenda un cacciatore di camosci, che prediligeva la caccia alle funzioni religiose, sparò a due camosci bianchi proprio sopra le rocce di Cicerwald. Gli animali però, invece che fuggire, tentarono di spingerlo giù dalla montagna. Per lo scampato pericolo il cacciatore fece costruire la cappella.


navigation
PORTAMI ALLA
PARTENZA (parcheggio)